Il falso efficientismo della Riforma Costituzionale

riforma costituzionale La riforma costituzionale Boschi intende apportare revisioni alla nostra Carta costituzionale. Al riguardo, i media stanno evidenziando dei falsi pregi quali efficientismo, velocità e semplificazione nell’organizzazione della macchina statuale. Diversi giuristi che fanno parte del Coordinamento Democrazia Costituzionale, quali i prof. Zagrebelsky, Gallo, Azzariti, Carlassare, Pace – solo per citarne alcuni – stanno sottolineando i punti di maggior pericolo annidati all’interno della riforma, specie se letta contestualmente all’impianto dell’Italicum. E’chiaro l’intento della revisione: restringere definitivamente il campo di intervento da parte dei cittadini nell’azione e nella decisione politica obbligandoli a tollerare un Senato, fintamente abolito, ma costituito da sindaci e consiglieri regionali non eletti direttamente dal popolo, muniti di immunità parlamentare a garanzia della loro impunità. Un Senato decisore sia sulle leggi costituzionali che in materia di trattati europei, con autorità su argomenti importanti non solo in materia costituzionale ma anche su questioni internazionali, si pensi al TIIP o TISA, accordi che accantoneranno l’idea di Stato nazionale per far avanzare un incontrollato sistema di libero scambio commerciale extra UE. Una riforma che come afferma la ministra Boschi “vuole rendere l’architettura delle istituzioni più coerente e lineare”. Pare invece che la coerenza e la linearità dosate dai nostri Padri costituenti stiano subendo un forte attacco proprio perché la Carta, così come la conosciamo, fu redatta secondo un validissimo sistema di pesi e contrappesi per sugellare un paradigma di democraticità fondato sul principio della rappresentanza. Una lettura politica di questo cambiamento, ritenuto così urgente e necessario, verte sul dover sapere chi governa e chi otterrà la maggioranza. Eppure, i cittadini conoscono l’ambito di demarcazione tra operato governativo e azione parlamentare. Ipotizzando uno scenario costituzionale riformato è difficile credere che un partito, seppur vincitore, possa silenziare totalmente le minoranze decidendo tutto e bene senza un confronto e influendo sulla scelta del Capo dello Stato, della nomina dei giudici della Corte Costituzionale, stabilendo altresì un rapporto confuso tra Stato e Regioni. Diminuisce la possibilità per il popolo di proporre iniziative legislative popolari perché vedrà triplicato il numero delle firme da raccogliere. La linea del discorso diviene più nitida, non si tratta di disaffezione o di distanza dalla politica, piuttosto è la politica che nei decenni ha operato un sempre maggiore distanziamento dalle esigenze, a volte anche primarie dei cittadini, utilizzando gli strumenti della politica per forzare interessi disancorati dalle istanze sollevate dai territori di riferimento. Cosa si intende per semplificazione? Semplificare realmente le vie di accesso e gli spazi di partecipazione alla vita pubblica significa riconoscere ai cittadini mezzi per invalidare l’operato dell’organizzazione politica che presenti un programma durante le elezioni senza realizzarlo dopo. Più che fossato da riempire tra istituzioni e cittadini, bisognerebbe evitare soluzioni di vacatio di rappresentanza costituzionale. Se il disegno istituzionale viene collegato a un’esigenza di politica decidente, cerchiamo di non trasformarla in politica imponente. E per far questo, forse, considerare la preferenza negativa indicata nella legge elettorale denominata democratellum da parte dei 5 stelle potrebbe bilanciare perlomeno capilista bloccati e candidati dei partiti non selezionati direttamente dal popolo. Evidenziare la maggiore governabilità da parte di un partito unico e una finta semplificazione nei meccanismi della formazione delle leggi è disinformare i cittadini. Nel silenzio dei media, si sta modificando la nostra forma di Stato e di Governo sostituendo il principio della nomina a quello di rappresentanza. Giocare con la semantica prospettando miglioramenti all’architettura costituzionale è un vile atto di forza perché lega la riforma e il referendum alla continuità di questo governo in carica.
#IovotoNoalReferendumcostituzionale

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
  • YVETTE68

    Ci sono contratti di categorie inutili che corrono (i contratti….ammazza se corrono)….Paese del menga…vogliamo occuparci del contratto dei Vigili del Fuoco che da anni è fermo?????? E’ inutile chiamarli eroi quando li trattate da persone che “non contano nulla”….sempre e solo “belle parole” che non costano nulla e riempiono le bocche…non si vive di solo “amore”…purtroppo….Paese di delinquenti, ladri, truffatori, imbecilli !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Uno scandalo dopo l’altro…una vergogna…totale….questo è un Paese vergognoso….ovunque lo prendi…da ogni angolazione; butti uno schifo dalla porta e puntualmente ti rientra dalla finestra….sembra il gioco delle tre carte….ma che schifo è????? Ma quale elezioni subito???? Ma quale voto?????? Ma chi dovremmo votare??????…..Una massa di delinquenti????? Con un D’alema che oggi si permette di parlare?????? Ancora??????? Ma stai zitto????? Sparisci!!!!!! Stai zitto!!!!!!!!!! Chiuditi da solo nelle latrine e butta tu stesso la chiave!!!!!!! Ladro, quinta essenza dell’ autoreferenzialismo, totalmente disinteressato ai problemi del Paese, cattivo, arrogante, presuntuoso, crudele, prepotente, narcisista, delinquente nel profondo … lo legherei al palo e lo farei torturare dalla mattina alla sera o gli toglierei tutto, tutto, tutto, tutti i suoi beni, i suoi soldi…via….alle persone bisognose, via tutto, lo lascerei con una tuta da ginnastica sporca e puzzolente, di basso costo anzi, usata e usurata, lisa e poi, dalla mattina alla sera lo metterei ai lavori forzati senza tregua, senza acqua, senza cibo….che uomo repellente… il suo unico interesse è….dividere il partito…!!!!!! Questi parlano ancora di Partiti!!!!!!!?????? Il Partito è il suo unico interesse…ma non ti fai un po’ schifo….delinquente????? Siete/ sei “inadeguati” a rappresentare questo tempo!!!!!!!! Ad oggi sei anacronistico, inutile, sei un peso morto, non porti nulla di buono anzi, vieni a delinquere ancora impunemente!!!!!!! L’UNICO SUO PENSIERO è DIVIDERE IL PARTITO!!!!! Ma se non credi neanche tu alle cose che dici, non credi a nulla!!!!! Ti ritieni un riservista????? Tu????? Ma vatti a leggere cosa significhi essere riservisti per favore perché tu sei l’antitesi totale dei riservisti…questo parla pensando che le persone non conoscano la lingua italiana, altra presunzione dall’alto della sua bastardaggine e cattiveria….in fondo è fermamente convinto che siamo tutti una massa di squallidi barboni!!!!!! (Ed io ho rispetto per i barboni, ma il suo pensiero non è nobile come il mio verso i barboni). Tu credi al Dio denaro, al potere, ad esserci a prescindere….tu credi a te stesso e a quello che ancora puoi rubare, a gongolarti nelle tue dissertazioni verbali infarcite di schifo per ingrassare il tuo smisurato e sconfinato ego…vuoi rubare anche il pensiero delle persone…vuoi indottrinare l’indottrinabile…non ti basta mai…sei un essere orribile!!!!!! E poi? Queste oligarchie “illuminate” e “onniscienti” che decidono sulla pelle delle persone???????….Ma come fate a dargli credito????? Ma come si fa?????? Ma come fate a non schifarvi e a dire (e poi fare) faremo il possibile per defenestrarvi per sempre??????’ Come si fa a non avere istinti dinamitardi di fronte a queste “persone”???????? A queste cose??????? Si….sono populista….si….ma guardo il popolo nella sua totalità!!!!! Guardo la pelle della povera gente!!!!!!! Siiii!!!!! Ma dividiti il deretano imbecille, delinquente….non “il partito”……fai schifo….D’alema fai schifo!!!!!!! Tutti ai lavori forzati senza tregua….tutti…… indistintamente……non credo nelle ideologie soprattutto quando sono fasulle ma… credo “nell uomo”….nella sua intelligenza, nel suo buon senso, nella sua onestà, nel sua volontà, in tutto ciò che di buono “l uomo” possa avere e fare….uomini con queste caratteristiche non ce ne ne sono, ad oggi, non esistono, ma nemmeno con una sola di queste virtù soprattutto nel carrozzone politico….indi per cui….non credo nella capacità e “volontà” di fare qualcosa di decente o di buono nell’interesse reale di questo Paese….o meglio, nell’interesse di quella parte di Paese che avrebbe bisogno di persone così..(perché poi, c’è un’altra parte di Paese che, se scardini questo ingranaggio, impazzisce, perché oltre a non fregargliele nulla, sta benissimo come sta e nel sistema schifoso esistente)..ma quali ideologie di mio nonno?????? Mio nonno paterno che, povero, non c’è più e che è stato un partigiano, un sopravvissuto della prima guerra mondiale e anche della seconda guerra mondiale nella battaglia di El Alamein tra il 23 ottobre e il 3 novembre del 1942 sempre in prima linea, che è stato torturato dal regime fascista, che ha vissuto sulla propria pelle e visto con i propri occhi tutte le brutture della guerra e non solo della guerra, Cav. di Vittorio Veneto , un uomo che, nonostante le sofferenze, le brutture della vita e della guerra, ha sempre avuto la schiena dritta ed è sempre stato uno che partecipava nell’interesse del suo Paese e non ha mai voltato la testa dall’altra parte mai….ma… di cosa parliamo oggi???? Di cosa state parlando oggi? Del nulla….del nulla più totale….vergognatevi….delinquenti!!!!!! Io ero una bambina, ma avevano ragione i miei nonni: “noi non ci saremo più ma, questo Paese, il vostro futuro, purtroppo…sarà una lotta contro lo sfacelo e il degrado interiore più totale dell’essere umano del quale sarete vittime .. vedrete e sarete vittime di bruttissime cose e situazioni……” e avevano ragione….nonostante avessero vissuto la guerra e molto altro, questo perché, non c’è mai fine al peggio ed erano dei saggi e lungimiranti….e lo vivevano appieno il loro Paese nel bene e nel male (più nel male che nel bene) lo vivevano attivamente….per questo sapevano e prevedevano….ma soprattutto sapevano perché partecipavano….c’erano…nonostante tutto…c’erano…e lottavano…lottavano tanto per tutti…per un Paese migliore…e… in parte ci erano riusciti ad ottenere qualcosa di buono….ma…. negli ultimi 30anni ma soprattutto negli ultimi 17anni(i quali, sono stati il colpo di grazia finale) c’è stato lo sfacelo più totale, anni nei quali hanno distrutto, spazzato, annientato completamente tutto….tutto e tutti!!!!!! E noi secondo loro….dovremmo andare a votare subito???? Io non voto…non mi sento rappresentata da nessuno, non credo in nessuno, posso votare delle parole da campagna elettorale? Proferite per un motivo che è lontano anni luce dal bene del Paese? Posso votare l’ideologia fasulla? Devo votare un’ideologia o un uomo? Cosa, chi dovrei votare? Turarmi il naso e votare il meno peggio? Ma non c’è il meno peggio….io sono una concreta e pragmatica….ed oggi ho la nausea di ciò che vedo, sento….non posso votare nessuno….nessuno mi convince e il prossimo sarà solo un’ennesima e desolante delusione fallimentare….se qualcuno, prima del voto (utopia, fiaba, dimensione puramente onirica) dimostrerà di toccare alcuni punti importanti da sradicare e scardinare completamente, riportando molte cose alla normalità (perché io chiedo solo un po’ di normalità ed equità per tutti) e tollerabilità, ristabilendo un ordine delle cose e permettendo nuovamente alle persone di togliersi dalla condizione di apnea, paura, incertezza, permettendogli di (ri)-acquisire un po’ di dignità, un po’ di normalità lavorativa, pensionistica, umana, aumentando il loro potere d’acquisto, facendogli vedere che il loro disagio, la loro scontentezza, la loro sfiducia, il loro pensiero, le loro necessità e i loro bisogni hanno ancora un valore, forse e dico forse, potrei anche esercitare il mio diritto di voto (perché il voto è un diritto ma buttarlo nel cesso non è più un diritto) e prendere in considerazione l’idea di votare….ma… io voglio vedere prima del voto che qualcuno si mobiliti seriamente per migliorare davvero le cose….prima del voto voglio vedere già fatti concreti, già cambiamenti tangibili….oggi, io, personalmente, non mi posso permettere di votare sulla base di parole…quali parole?….Io voglio prima dei fatti e poi forse e sottolineo forse, andrò a dare il mio voto…non mi posso assolutamente permettere di essere complice e responsabile di un’ ulteriore flop, di un’ ulteriore “boutade”…di barzellette che non fanno nemmeno più sorridere, di ulteriore cialtroneria, di un’ennesima debacle, non ho proprio nessuna intenzione di far parte di coloro che diranno: ” abbiamo scherzato” oppure “ma se avessi saputo…però che schifo… e pensare che io l’ho votato” oppure ritrovarmi il solito governo, con le solite “belle” e “cialtronesche” facce (perché per prendere i voti ci sono state le coalizioni……gli inciuci)….schifo per schifo mi tengo ciò che hanno deciso per noi, per lo meno, posso sempre dire che si sono imposti e non che li ho votati….no no no e poi, non ho nessuna voglia di realizzare i sogni di nessuno tanto meno quelli di quattro delinquenti che per i voti venderebbero la madre e direbbero la qualunque, votare?????? Con quale legge elettorale? Con quella “cacchettona” che ha deciso la “Corte Costituzionale”?????? Composta da “onniscienti” presenze miliardarie inutili, come quel catafalco, ladro e delinquente di Amato??????? Abbiamo vinto il referendum e ci hanno ignorato completamente e fatto quello che hanno voluto comunque, hanno detto la qualunque senza osservare una e dico una delle cose dette, nn continuo perché è inutile elencare le porcate…sono interminabili. Dice un detto…impara l’arte e mettila da parte…..ma sai che figo se il giorno dell’elezioni nessuno andasse a votare?……Sarebbe già un piccolo e significante segnale….modestissimo, ininfluente e opinabile pensiero….si….perché….fondamentalmente e… detto tra noi….sono una “gretta qualunquista”…..e…. nel mio “gretto qualunquismo” dico che, me ne strafrego ad oggi se, un giorno, chi vorrà governare sarà verde, giallo, rosso, nero, multicolore, gay, etero, uomo, donna o tutti e due, alto, basso, grasso, magro, bello, brutto, calvo, biondo, moro, sale pepe, con i dread, ….mi è sufficiente sia una persona per bene (lo stesso criterio che applico nella vita quotidiana con la gente) e che faccia il bene delle persone, del nostro Paese…..tutto il resto è ciarpame allo stato brado….anche se, ritengo sia abbastanza impossibile avvenga tanta “normalità” e sono sempre fermamente convinta che l’oblatività politica la si possa ritenere un concetto assolutamente ossimorico….mai visto un politico interessarsi di qualcosa senza voler nulla in cambio…..ma…. forse…. nel mio “gretto qualunquismo” mi sono persa qualcosa e sto solo dando “fiato alle trombe” (lo metto tra virgolette perché è uno scritto)……